Media Meeting a Bari: le parole dei capitani e tecnici delle squadre impegnate nella Pool C

 



Si è svolto
oggi l'incontro i capitani e i tecnici delle sei nazionali impegnate nella Pool
C del mondiale maschile di pallavolo Italia-Bulgaria. Alla vigilia della delle
gare della pool di Bari i protagonisti della Pool hanno presentato il proprio
mondiale.


Paul Carroll (Capitano Australia): “Arriviamo in
ottime condizioni di forma a questa competizione mondiale. Abbiamo compiuto un
buon cammino di preparazione, daremo il nostro meglio in campo per onorare questo
girone. Il sogno sarebbe quello di conquistare il podio. Obiettivo affascinante
ma non certamente facile da raggiungere, considerando le avversarie molto forti
che andremo ad affrontare”.


Nathan Wounembaina (Capitano Camerun): "Proveremo
ad arrivare al turno successivo, nel 2010 siamo stati qui in Italia e abbiamo
avuto accesso al secondo turno. Il Camerun ha nell'attacco la sua
caratteristica principale e lo spirito di gruppo, siamo una buona squadra.
Porto con me l'esperienza fatta in Europa negli ultimi anni grazie anche agli
insegnamenti di Silvano Prandi, tecnico dello scudetto con Chaumont di due anni
fa".


Sergei Shliapnikov (Head Coach Russia): “Sicuramente
siamo inseriti in un girone difficile. A prescindere dall’avversario che
andremo ad affrontare, prepareremo ogni singolo incontro con la stessa
attenzione ed intensità che contraddistingue il nostro modo di lavorare.
Vogliamo uscire vincitori da questa pool. Abbiamo tanti punti di forza ma anche
alcuni aspetti da migliorare. L’umore dell’intero ambiente è ottimo alla viglia
di un appuntamento così importante. Abbiamo colto l’occasione di visitare Bari
e di fare una passeggiata al porto. Siamo molto legati a questa città per via
del culto secolare di San Nicola. La guardiamo sempre con molta ammirazione”.


Nemanja Petric (Capitano Serbia): “È davvero bello
vivere questo Mondiale in Italia. Questo paese rappresenta una seconda casa per
me. Nelle esperienze di Perugia e Modena, sono cresciuto molto sia come uomo
che come pallavolista. Domani inizierà un torneo lungo e difficile,
caratterizzato da partite belle, combattute e di alto livello. Nella nostra
pool C le due favorite sono sicuramente Russia e Stati Uniti. Hanno qualcosa in
più rispetto a tutte le altre contendenti. Dal canto nostro, abbiamo qualità ed
esperienza per dire la nostra e arrivare fino in fondo a questa competizione.
L’esordio dell’Italia? In realtà non ho avuto la possibilità di vedere il match
ma, attraverso la visione delle foto, ho potuto ammirare il bellissimo
spettacolo che è andato in scena al Foro Italico. Complimenti alla Federazione
Italiana per la grande organizzazione dell’evento”.


Antonio Giacobbe (Head Coach Tunisia): Cercare di
sfruttare al massimo la possibilità di giocare con queste grandi squadre,
alcune delle quali puntano alla medaglia d'oro. Difficilmente la Tunisia può
incontrare queste squadre in situazioni non ufficiali. Sappiamo che il mondiale
sarà molto difficile, siamo contenti di poterci confrontare con squadre di
questo livello. Io gioco in casa due volte, una perchè gioco in Italia e uno
perchè gioco a Bari dove ho allenato. Sono contento di stare in questa città e
voglio godermi a pieno questo mondiale.


John Speraw (Head Coach USA): “Come dimostra il nostro
recente passato, siamo sempre capitati in gironi difficili e competitivi.
Russia e Serbia saranno sicuramente avversarie toste da affrontare. Scenderemo
in campo con l’obiettivo di raggiungere la final six, passaggio obbligato per
poi puntare al gradino più alto del podio. Arriviamo a questa pool C nelle
migliori condizioni possibili, sia sul piano fisico che su quello mentale.
L’ottima intesa instauratasi fra ciascun componente del gruppo sarà uno dei
nostri punti di forza”.


Presentata oggi la tappa di Milano (21-23 settembre)

Si è svolta
oggi presso la Sala Alessi di Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, la
conferenza stampa di presentazione della tappa di Milano dei Campionati
Mondiali di Pallavolo Maschile 2018. La manifestazione ospitata da Italia e
Bulgaria, che ha preso il via domenica 9 settembre a Roma e proseguirà fino al
30 settembre con le finali di Torino, farà tappa al Mediolanum Forum di Assago
da venerdì 21 a domenica 23 settembre con un girone della seconda fase, che
vedrà impegnate 4 Nazionali tra cui (in caso di qualificazione) anche l'Italia.
In occasione della conferenza è stata esposta la Coppa del Mondo, il trofeo che
verrà consegnato alla squadra che si laureerà campione. Alla presentazione sono
intervenuti l'Assessore all'Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di
Milano Pierfrancesco Maran, l'Assessore a Sport e Giovani di Regione Lombardia
Martina Cambiaghi, il presidente della Federazione Italiana Pallavolo Pietro
Bruno Cattaneo, il presidente del Comitato Organizzatore dei Mondiali Carlo
Salvatori e il presidente del Comitato Organizzatore Locale di Milano Giuseppe
Pirola.

Tra i presenti inoltre il membro del CO Alessandro Pasquarelli, i membri del
COL Roberto Zecchino e Marco Riva e il direttore esecutivo Adriano Pucci
Mossotti, il presidente del Comitato Regionale della Lombardia del CONI Oreste
Perri e il delegato CONI di Milano Claudia Giordani, il professor Franco
Ascani, membro della Commissione Cultura e Patrimonio Olimpico del CIO, e
numerosi grandi campioni della pallavolo di ieri e di oggi: Pasquale Gravina,
Rachele Sangiuliano, Claudio Galli e la beacher Gaia Traballi


Il Bulletin
n. 3 delle Pool B e D


Tutte le
informazioni necessarie sulle pool bulgare.

QUI il bulletin N.3 -
Pool B Ruse / Pool D Varna


News

{{item.LocalShortDate}}
Tutte le news